Tocca a me antico suonatore,

dare un benvenuto di tutto cuore,

a questa lieta e scelta compagnia

che vuol passare una serata in allegria.

Per salutarvi con me ho portato

i personaggi del buon tempo andato.

Gli sposi novelli di belle speranze,

son qui. giÓ pronti ad aprire le danze;

la contadinella, discesa al paese,

la gerla ha riempito di dolci sorprese;

Ŕ qui la maestra che ognuno rispetta

per la sua cultura... e per la sua bacchetta;

i bimbi sereni,ancor spensierati

ammirano il mondo con occhi beati;

le brave massaie dopo tanto lavorare,

adesso son pronte per andare a riposare;

arriva alla fine il saggio prevosto

che con fare severo mette tutto a posto.

Con cura la tavola abbiam preparato,

per poi deliziare il vostro palato,

con piatti robusti e antiche ricette

di gran tradizione genuine e schiette.

In questa vigilia del tutto speciale

vorremmo farvi l'augurio principale:

poter stare insieme in buona armonia

con gioia, ma anche un po' di nostalgia.

Ma perchŔ la festa possa davvero iniziare

"balletti e michinni" lasciateci ancora invocare!!!

La favella passiam tosto all'autentico prevosto:

Don Luciano, l'anfitrione, dirÓ qualche... parolone!!!

 [Paolo Ponta & Lucia Daglio]                             

Continua